Morti in corsia: ergastolo all’appello bis

FIRENZE - Ergastolo all'appello bis per le morti in corsia all'ospedale di Piombino. A Firenze al processo bis in corte d'assise d'appello per le morti sospette all'ospedale Villamarina di Piombino Fabio Origlio, il sostituto procuratore aveva  chiesto la condanna all'ergastolo per Fausta Bonino l'infermiera  accusata di aver iniettato anticoagulante a quattro pazienti causandone il decesso.

L'infermiera si è sempre dichiarata innocente. Le morti avvennero fra il 2014 ed il 2015, 12 mesi tra pazienti  del reparto di rianimazione dove prestava servizio la Bonino.

Condividi questo articolo

Pubblicità