Capi abbigliamento “falsi”, la GdF ne sequestra 5000

Livorno- Accessori e capi di abbigliamento contraffatti e destinati alla vendita estiva lungo i litorali, le Fiamme Gialle hanno sequestrato 5000 falsi di lusso per un valore commerciale superiore ai 2 milioni di euro.

Ovviamente con l’arrivo dell’estate riemerge prepotente questo mercato subdolo che reca un notevole danno economico alle imprese vere e a quello che producono oltre al fatto che agendo in modo illegale non vengono rispettate regole che possono essere anche nocive dal punto di vista sanitario.

Se questo mercato non lo puoi sconfiggere interamente lo si può limitare in modo consistente agendo a monte.

Una ricerca minuziosa con ogni azione di controllo possibile per ricostruire la cosiddetta filiera del falso e convergere l’attenzione sul punto nodale dove colpire.

L’operazione condotta dalla Guardia di Finanza della Provincia di Livorno ha permesso quindi di recuperare la quantità sopra descritta e costituita da firme quali Dior, Vuitton, Gucci, Saint Laurent, Mc Queel, Chanel che sarebbero state offerte ai turisti della costa toscana nel corso della bella stagione facendo passare gli oggetti come un vero colpo di fortuna, al prezzo del 30-40% di meno rispetto ai prodotti venduti nei negozi ma con un saldo pur sempre significativo perché l’imbroglio riuscisse.

6 le persone denunciate per il reato di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione.

Condividi questo articolo

Pubblicità