Isole: la Toremar attacca e si sfila dal nuovo bando

Collegamenti marittimi con le isole: dopo il dibattito in Consiglio regionale, le tante dichiarazioni politiche di queste ultime ore e la protesta dei sindacati, ora si fa sentire la Toremar, la società del gruppo Moby che attualmente gestisce il servizio.

E la nota ufficiale suona anche come un attacco alla Regione Toscana che, si legge, da un anno sapeva tutto. Sapeva che l’obbligo di servizio pubblico sulla tratta Piombino-Portoferraio non avrebbe più garantito le condizioni e i turni di lavoro attuali (15 giorni a bordo e 15 a terra). Sapeva che l’appetibilità di tutte le altre tratte (oggetto del bando per l’affidamento del contratto di servizio) in questo modo andava a scomparire.

Un mese fa – si legge ancora – Toremar ha comunicato che non avrebbe partecipato alla gara e poi ha venduto le sue navi.

“Finalmente – scrive ancora la società – anche i sindacati si sono attivati in difesa della Compagnia e dei suoi lavoratori”.

Un servizio è nei nostri telegiornali di oggi 28 giugno

Condividi questo articolo

Pubblicità