Anche la Toscana chiederà il referendum sull’autonomia

Anche il Consiglio regionale della Toscana chiederà il referendum per abrogare la legge sull’autonomia differenziata. L’annuncio è arrivato in queste ore dal presidente Antonio Mazzeo.

Il ruolo del Consiglio regionale per il referendum sull'autonomia differenziata

È già pronto, praticamente, il testo della maggioranza (Pd e Italia Viva) e dei 5 stelle. Una volta che sarà stato presentato formalmente, comincerà l’iter per la sua approvazione e a quel punto il presidente stesso convocherà l’aula. Scontato il sì finale, nonostante l’opposizione del Centrodestra. E così la Toscana si aggiungerà a Emilia Romagna e Campania che hanno preannunciato la stessa intenzione. Ricordiamo che la Costituzione, all’articolo 75, stabilisce che la richiesta di cinque Consigli regionali può determinare l’indizione di un referendum abrogativo.

Gianni Anselmi presidente della Commissione Sviluppo

Nello stesso momento il Consiglio regionale ha nominato il presidente della commissione sviluppo economico e rurale, al posto di Ilaria Bugetti, neo sindaca di Prato. E' Gianni Anselmi, aveva già ricoperto questo ruolo nella precedente legislatura.

Altre informazioni nei nostri telegiornali della sera.

Condividi questo articolo

Pubblicità