Skipper evasore, non ha dichiarato 600 mila euro

LIVORNO -  Le Fiamme Gialle del Gruppo di Livorno in collaborazione con il reparto aeronavale hanno  concluso una complessa attività di polizia economico-finanziaria che ha permesso di constatare l’omessa compilazione del quadro RW per il monitoraggio fiscale per la detenzione di una lussuosa imbarcazione battente bandiera della Polonia e di attività estere di natura finanziaria, nonché l’omessa dichiarazione di redditi quasi 600 mila euro percepiti dalla società maltese proprietaria dello yacht, comandato dall’americano.

Un comandante di yacht di lusso  risultava  completamente sconosciuto al Fisco italiano. I redditi percepiti dalla società maltese per l’attività dallo stesso svolta a bordo dell’imbarcazione battente bandiera maltese non risultavano essere stati dichiarati né in Italia né a Malta, in questo modo violando la Convenzione contro le doppie imposizioni stipulata dal nostro Paese con Malta. La convenzione prevede, infatti, una tassazione concorrente in entrambi gli stati purché il contribuente abbia prestato attività a bordo di navi battenti bandiera estera per un periodo inferiore a metà anno.

 

Condividi questo articolo

Pubblicità