ADM, accertamenti e sanzioni per 16 milioni di euro

PRATO -

Le attività di verifica nel settore dell’IVA intracomunitaria condotte nel corso del primo semestre del 2024 da parte dei funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) di Prato e Pistoia, attraverso un’analisi dei rischi con l’ausilio delle banche dati a disposizione, hanno permesso di accertare una maggiore imposta pari a 3,5 milioni di euro e contestare sanzioni amministrative per un importo superiore a 16 milioni di euro.

L’attività di verifica ha riguardato operatori del distretto pratese operanti nel settore del pronto moda e ha permesso di contestare l’omessa registrazione di acquisti intracomunitari, l’omessa dichiarazione annuale IVA, omessi versamenti IVA, l’utilizzo del plafond in misura superiore di quello spettante e, infine, l’infedele fatturazione di operazioni imponibili.

 

 

Condividi questo articolo

Pubblicità