Studenti puliscono le spiagge di Livorno

LIVORNO - Una giornata dedicata alla pulizia del mare e dei suoi fondali si è svolta sabato a Livorno e un grande evento finale, in programma al teatro La Goldonetta venerdì 25 maggio.Protagonisti centinaia di studenti delle scuole secondarie di secondo grado e primarie della città.

studenti che puliscono spiaggia

 

Sono questi gli appuntamenti che concludono il progetto eco urbano Livorno 2030, trasformiamo il mondo. Cominciamo da noi!, con cui il Comune ha aderito al programma di eventi in atto a livello europeo nell'ambito dell’Agenda ONU 2030 sugli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile che, per l'anno scolastico in corso, lo ha visto a fianco di MIUR, ASA e CIRSPE (Centro italiano ricerca e studio sulla pesca) per promuovere una campagna di sensibilizzazione sul tema dell'acqua, accessibile e pulita, come aspetto essenziale del mondo in cui vogliamo vivere.

Il progetto ecourbano, partito nel settembre scorso, ha coinvolto oltre 600 bambini e ragazzi della città degli istituti superiori e delle scuole elementari, In prima battuta sono stati formati gli eco tutor, circa 300 giovani studenti delle scuole superiori (Istituto tecnico industriale - III A Biologico Sanitario, Liceo “Niccolini Palli” - III Asum, Liceo Cecioni - I D e II B Scienze applicate, Istituto tecnico Geometri- III, Istituto Tecnico Orlando- IV Mat e Comitato ambientale, Istituto Nautico - II BTL, Liceo Enriques - II A, Istituto Colombo - II B e II C Liceo Artistico) che, attraverso lezioni ad hoc da parte di personale di settore Ambiente del Comune, ASA e CIRSPE, hanno potuto approfondire tematiche legate a sostenibilità ambientale, sviluppo sostenibile, agenda 2030 e Economia circolare, uso sostenibile dell'acqua, lotta all'inquinamento marino e Santuario Pelagos. Tematiche che, al termine del percorso, hanno restituito ai piccoli ecologisti delle scuole elementari del territorio, circa 300 - Micheli (III^ C), Campana (III^ A), Villa Corridi (II A e II B), Carducci (II B e II C), Lambruschini (II A, IIB, IIC) e Puccini ( IIIA e IIIB).

“Un circolo virtuoso di sapere e conoscenze a tutela del territorio e dell'ambiente che riguarda ciascuno di noi ma, in particolare, i più giovani – commenta così l'assessore Vece – Saranno loro infatti a scrivere le politiche ambientali del prossimo futuro ed è quindi importante seminare consapevolezza e rispetto per l'ambiente. A ognuno di noi, naturalmente, è rimessa poi la responsabilità di nutrire e rinforzare questa consapevolezza, soprattutto attraverso l'esempio, se vogliamo abitare un ambiente più prospero e sano”.

Era naturale che in una città come Livorno, che vede nel mare una delle sue risorse principali, il lavoro sull'acqua svolto da centinaia di studenti in questi mesi dovesse concretizzarsi in un'azione che riguardasse proprio questo aspetto.

Condividi questo articolo

Pubblicità