Ora a Capannoli c’è Piazza Nilde Iotti

CAPANNOLI (PI) - E' stata inaugurata, la mattina del  2 giugno, la nuova piazza Nilde Iotti. La cerimonia ha coinciso con le celebrazioni della Festa della Repubblica, da sempre molto sentite in questo comune, e ha coinvolto molti cittadini e gli studenti del Consiglio comunale dei ragazzi.

piazza notti palco

autorità e studenti insieme sul palco del 2 giugno nella nuova piazza Nilde Iotti a Capannoli

Un primo servizio (anche con le voci dei più piccoli) è in tutti i telegiornali del 2 giugno su Granducato Tv, uno speciale molto più ampio, con nuove immagini e altre interviste, sarà in onda giovedì 7 maggio alle 15.10 e alle 20.10.

La piazza ha un centinaio di posti auto e può rispondere alle nuove esigenze di un quartiere che negli ultimi anni ha visto crescere il numero di abitanti e dove sono presenti numerosi studi professionali (anche di medici).

"E' solo l'ultimo tassello di una opera di riqualificazione urbanistica della cittadina", dice al tg di Telegranducato Arianna Cecchini, sindaco di Capannoli. Che aggiunge anche: "è stato possibile anche questo grazie all'operato degli uffici comunali, molto bravi a sfruttare tutte le possibilità di finanziamento che sono state offerte dalle leggi nazionali".

Da piazza Iotti, dopo l'inaugurazione, è partito il corteo che ha attraversato la via Volterrana  e, con la banda "Belvedere", è arrivato fino a piazza della Repubblica (che era inaugurata nell'estate scorsa). Qui c'è stato lo spettacolo, con la declamazione dei diritti previsti dalla Costituzione, di Stefano Tognarelli. Infine l'alzabandiera, preceduto dall'arrivo di tre aerei con le loro scie colorate di bianco, rosso e verde.

piazza Nilde Iotti a Capannoli

il taglio del nastro di piazza Nilde Iotti con gli studenti del Consiglio comunale di ragazzi

Alla cerimonia è intervenuta la consigliera regionale Alessandra Nardini, che ha sottolineato l'importanza di celebrare con passione la Festa della Repubblica. E dall'Umbria è arrivata anche Alessandra Tazza, della Fondazione Nilde Iotti. Quest'ultima ha messo in evidenza il grande ritardo che ancora c'è nella toponomastica di strade e piazze (quasi sempre dedicate a uomini famosi e non a donne) e poi ha ricordato il grande legame che c'è stato tra Nilde Iotti (prima donna presidente della Camera dei Deputati) e il 2 giugno. "La Iotti ha contribuito a far nascere prima e poi consolidare la repubblica che adesso per noi è un fatto acquisito. Ma certi valori non possono essere dimenticati, servono a contrastare alcune derive a cui oggi purtroppo assistiamo".

Condividi questo articolo

Pubblicità