Livorno tramortito sui calci piazzati

SALERNO - Maledetti calci piazzati, il Livorno di Cristiano Lucarelli esce con le ossa rotte dalla trasferta di Salerno. Un 3-1 netto che scaturisce però non dal gioco ma da un atteggiamento imperdonabili sulle situazioni di palle inattive che stanno diventando un vero e proprio tallone d'Achille. Due reti su calcio d'angolo e una su punizione finiscono per punire oltre il lecito Valiani e compagni che in realtà non sono mai stati messi sotto dal gioco della Salernitana.  “Le abbiamo provate tutte – ha detto Lucarelli– ci siamo disposti a zona, a zona mista e stasera a uomo, niente da fare. Ogni calcio d'angolo diventa un'occasione per gli avversari. Ci siamo 'uccellati' da soli e questo francamente è l'aspetto che mi preoccupa di più anche di più della sconfitta in sé e della classifica. Se continuiamo con questo atteggiamento diventa proibitivo. In trasferta giochiamo sempre bene ma con i se e i ma non si va da nessuna parte”. Il Livorno è già rientrato al quartier generale del centro Coni di Tirrenia dove ha cominciato a preparare la sfida con il Perugia fissata per domenica sera all'Armando Picchi.

Condividi questo articolo

Pubblicità