Breda non cambia il Livorno, ingenuità e sconfitta

Il cambio in panchina non regala riscontri diversi. Il Livorno perde a Cremona e lo fa ancora una volta non per la prova complessiva ma per una ingenuità su calcio da fermo. Breda non cambia modulo rimane il 3-5-1-1 visto anche con Lucarelli, cambia solo qualche interprete, nella linea difensiva presenta Bogdan con Di Gennaro centrale e gasbarro , sceglie Rocca in mezzo al campo al fianco di Bruno e Agazzi con Maicon e Fazzi esterni, Murillo prima punta a muoversi davanti a Diamanti.

L’inizio degli amaranto è buono e al 4’ c’è il lancio di Diamanti per Murillo, sinistro e palla alta. Dopo 10 minuti comincia a crescere la Cremonese che diventa padrona del campo. Al 12’ conclusione di Brighenti, il destro finisce sul fondo. Supremazia grigio rossa sterile. Al 27 si fa vedere Fazzi sulla sinistra servizio al centro Murillo devia e la palla finisce sull'esterno della rete. 30’ angolo per i padroni di casa Terranova di testa e Zima vola per alzare sopra la traversa. dall'angolo successivo arriva il vantaggio della cremonese, solito errore di posizione della retroguardia labronica e Brighenti tutto solo mette dentro la palla. La replica del Livorno di Breda è timida, ne scaturisce solo un tiro di Rocca alto e poca altro.

Dopo il riposo La Cremonese sfiora il 2-0 ma poi il Livorno cresce e prova a pareggiare. 15’ magia di Murillo che si gira e tira il suo destro manda la palla ad un centimetro dalla porta con Ravaglia immobile. 30’ Raicevic appena entrato attacca il primo palo sul cross di Fazzi la deviazione è buona Ravaglia salva. Due minuti dopo gran tiro dell’ex Piccolo Zima è attento e devia. 34' sinistro improvviso di Diamanti il portiere devia in angolo proprio dall'angolo arriva una palla con il contagiri per Di Gennaro che di testa mette incredibilmente fuori.

Al 90’ ancora il Livorno con Murillo colpo di testa e palla fuori, Si chiude così l’incontro con il Livorno che perde ancora per una ingenuità non sembra molto diverso da quello che abbiamo visto fino ad ora anche se la ricerca del pari nel secondo tempo è stata più convinta e accanita.

Breda

Breda ha tanto lavoro da fare per risollevare questo Livorno

Condividi questo articolo su

Pubblicità