Migranti, stop (per ora) alla proposta di legge di Rossi. Si allunga l’iter

FIRENZE - Il presidente della commissione regionale Stefano Scaramelli (PD) aveva deciso di accelerare l’iter della proposta di legge che riguarda l’assistenza (e alcuni diritti di base) anche agli immigrati. E così aveva convocato una nuova seduta per oggi giovedì 10 gennaio a mezzogiorno.

Al nostro telegiornale aveva parlato di ‘urgenza’, perché – aveva detto – “la prima persona senza permesso umanitario sarà per la strada”. La legge però per ora è stata solo illustrata e non c’è stato il voto. Mancava infatti il parere di legittimità, visti i tempi stretti con cui era stata presentata’. Se ne riparlerà nelle prossime occasioni.

Questo significa, ed è la conseguenza politica di maggior rilievo, che non sarà possibile approvarla nel prossimo Consiglio regionale, previsto martedì e mercoledì.

I primi commenti

Esultano le opposizioni di centrodestra, che avevano preannunciato un tenace ostruzionismo e continuano ad accusare il presidente Rossi di pensare troppo agli immigrati. “Noi lavoriamo per fare i rimpatri – ha detto Jacopo Alberti (Lega) e non per gestire ad oltranza i 10mila migranti che abbiamo in Toscana’.
Critico sulla procedura d’urgenza era stato anche Andrea Quartini (Movimento 5 Stelle). Ha definito questa fretta "una azione demagogica e strumentale, un atto contro il governo più che di buon senso".
La legge era stata illustrata dall’assessore Vittorio Bugli, che già l’aveva anticipata a fine dicembre nei nostri telegiornali (vedi qui).

Il presidente della Commissione Scaramelli alla fine chiude ogni polemica: “Abbiamo avviato l’iter, procederemo seguendo tutte le condizioni necessarie, attenderemo i pareri, faremo le audizioni, sentiremo i sindaci, discuteremo nel merito”.

Briani alla guida dell'Azienda ospedaliera di Pisa

La stessa commissione nel frattempo ha dato il proprio via libera a maggioranza alla nomina di Silvia Briani alla direzione generale dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Pisa.
L’atto adesso passerà all’esame del Consiglio regionale nella sua interezza. Un approfondimento sui temi che vengono discussi dal Consiglio regionale e dalle sue Commissione è ogni settimana in Regionando (a partire dal venerdì alle 21.15).

Condividi questo articolo

Pubblicità