Giorgia Meloni a Livorno incontra le famiglie delle case popolari.

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, è tornata per la seconda volta a Livorno per sostenere il candidato a sindaco di centrodestra Andrea Romiti. Stavolta però è andata nelle case popolari della Guglia, alla periferia nord della città.

E’ entrata anche all’interno di due appartamenti e ha constatato le condizioni di degrado in cui vivono molte famiglie. Umidità, muffa, spazi molto angusti. La denuncia è stata chiara contro il Comune e Casalp (che gestisce gli alloggi edilizia pubblica). In una casa Meloni si è fermata anche a prendere il caffè.

Il caffè con Giorgia Meloni

Tazzina tricolore, clima cordiale. Si è presa l’impegno a esaminare il dossier che riguarda tutti questi alloggi, ha chiesto che venga fatto un censimento esatto e che vangano stabiliti i costi per la sistemazione di questi edifici. Ma soprattutto ha rilanciato la proposta di Fratelli d’Italia che ogni costruttore destini il 10% del ‘nuovo’ alle situazioni di emergenza abitativa. In questo modo non si creerebbero ‘quartieri ghetto’.

Passeggiata nei cortili della 'Guglia'

Ad accoglierla c’erano molte persone. In tanti l’hanno anche applaudita al passaggio nei cortili di questi palazzi, che risalgono agli anni Trenta. Massiccio ma discreto il controllo della forze dell’ordine. Non ci sono stati episodi di contestazione, se si esclude un momento di tensione prima del suo arrivo. Una persone ha inveito contro Romiti e altri esponenti del centrodestra e ha scagliato contro di loro un paio di occhiali di palstica. Non c’è stata nessuna conseguenza.Giorgia Maloni con Andrea Romiti

Nell’intervista al nostro telegiornale Giorgia Meloni ha parlato dell’impegno per le periferie (“la sinistra pensa ormai ad altri quartieri delle città”) e ha sottolineato come in realtà industriali importanti (Livorno, ma anche Piombino e Pontedera) i candidati di centrodestra al ballottaggio siano espressione diretta del suo partito.

Sulla tenuta del governo ha risposto “non dipende da noi” e ha rilanciato l’ipotesi di un’alleanza con la Lega per una nuova maggioranza alternativa a quella attuale. “Se il governo va avanti – ha concluso – mi auguro almeno che cambi passo”.

Condividi questo articolo

Pubblicità