Luna 50, quando la televisione divenne fondamentale per raccontare gli eventi

L'uomo sulla Luna, cinquant'anni dopo. La Rai (che aveva il monopolio, e trasmetteva un solo telegiornale) fece trenta ore di diretta, talvolta senza immagini o con un segnale molto instabile.

C'erano giornalisti sobri e preparati, consulenti scientifici di prim'ordine, tecnici e montatori molto motivati. Era la passione di una squadra e tutti gli italiani passarono la notte incollati allo schermo in bianco e nero (davvero lo share è stato vicino al 100%).

Quello del 20 (e 21) luglio 1969 fu l'evento televisivo che cambiò anche la televisione. La trasformò nel tramite fra la realtà e la gente. Scriveva qualche anno dopo una corrispondente della rete americana Cbs che "senza televisione ormai un fatto non esiste". E poi, quella notte, la Luna era un grande sogno che si realizzava. L'uomo andava nello spazio, dopo tanti timori e tensioni per le guerre (e la 'guerra fredda') e dopo la contestazione talvolta violenta dei giovani, arrivava finalmente una bella notizia. Che dava l'idea che si sarebbe aperto un periodo florido, positivo, di scoperte e in fondo anche di benessere per tutti. Purtroppo non è andata così, lo sappiamo, ma per una notte, per quella notte, ci abbiamo creduto.

la diretta dello sbarco sulla Luna

la diretta della Rai dalla Luna (20 luglio 1969)

Telegranducato, che in fondo è anche un po' 'figlia' anche di quell'evento televisivo, nacque dieci anni dopo. Il nostro spirito è sempre stato lo stesso di Tito Stagno: vedere, far vedere, raccontare. Con attenzione e precisione. Continuiamo a farlo, quarant'anni dopo, e i risultati di pubblico e soprattutto di credibilità pubblica, ce lo testimoniano.

Purtroppo però non abbiamo nulla di quell'estate 1969 nel nostro vastissimo archivio. E allora la Luna ce la facciamo raccontare dalle foto di una bellissima mostra, che si conclude a Pisa (Palazzo Blu) domenica 21 luglio.

Le vediamo nel nostro programma 'Il Personaggio', ne parliamo con Thomas Scarpino, operatore museale che ci guida alla scoperta dello spazio sopra di noi. E naturalmente della Luna, che oggi per l'uomo moderno, compie cinquant'anni.

 

Condividi questo articolo

Pubblicità