Diasabilità: 5,5 milioni per l’inserimento al lavoro (in Toscana)

FIRENZE - La sfida dell’inclusione è lanciata da tempo. Ma quanti soldi danno le istituzioni per favorire quella dei disabili?

In queste ore la Regione Toscana ha diffuso i dati delle erogazioni all'Arti, l'agenzia regionale per l'impiego. I fondi in questo caso servono per l'occupazione dei disabili e vengono stanziati sulla base della legge 68/1999.

L'importo complessivo è di oltre 5 milioni 520 mila euro, che saranno impiegati in diverse misure e progetti..

Dice Cristina Grieco, l’assessore al Lavoro, alla Formazione e all’Istruzione: "Il nostro scopo è favorire l'inserimento dei disabili nel mondo del lavoro".

La delibera della giunta toscana prevede l'erogazione di contributi sulla base dei progetti presentati. L’obiettivo è dare maggiori possibilità nel mercato del lavoro a tutti i disabili che sono iscritti nell’elenco previsto dalla legge.

La provincia che ottiene di più, alle spalle della città metropolitana di Firenze a cui vanno 1 milione e 722mila euro, è quella di Arezzo. Ottiene più di 800mila euro. Per Pisa e Livorno ci sono circa 270mila euro a testa. Pistoia raggiunge 300mila euro. Ottengono molto di più Lucca e Grosseto, ancora più alte le quote di Siena, Prato, Massa Carrara.

Occorre rilevare che, nonostante le agevolazioni previste dalla legge (e gli obblighi inevitabili per i datori di lavoro) resta ancora molta strada da fare. I nuovi fondi dovranno servire proprio a questo
Ecco comunque nel dettaglio la suddivisione delle risorse provincia per provincia (fonte: Regione Toscana):

Arezzo: 803.623,54
Firenze: 1.722.607,95
Grosseto: 348.366,77
Livorno: 274.434,96
Lucca: 389.361,22
Massa Carrara: 441.968,51
Pisa: 269.588,70
Pistoia: 304.472,45
Prato: 459.699,73
Siena: 460.029,27
Totale Toscana: 5.524.153,10

Condividi questo articolo

Pubblicità