Morte dei fratelli in hotel, indagato un farmacista

FIRENZE - Ci sarebbe un indagato nella tragica vicenda dei due fratelli morti nel sonno in un hotel di Firenze (leggi qui). Si tratta di un giovane farmacista, che da poco ha finito gli studi. L'ipotesi per lui è di omicidio colposo. Avrebbe dato senza prescrizione medica a uno dei due fratelli due confezioni di oppiacei.

Si tratterebbe di farmaci a base di ossicodone, con effetti paragonabili a quelli della morfina. Sembra che sia un farmaco molto usato dai giovani per lo sballo notturno ma certamente è molto pericoloso per la salute.

Il giovane, morto poi in albergo, aveva insistito dicendo che quelle pasticche potevano lenire il dolore di un intervento chirurgico. In totale nelle due confezioni ce n'erano 56, 42 sarebbero state consumate e assunte insieme a notevoli quantità di alcol.

Sarà ora l'autopsia a stabilire l'esatta dinamica della tragedia.

Condividi questo articolo

Pubblicità