Perdersi per i funghi? C’è il set salvavita

LIVORNO – Come evitare il peggio e finire per perdersi per i funghi. Nel solo ultimo week end in Toscana si sono registrati 14 casi, dei quali uno con decesso. Ecco allora il vademecum perché sia più dififcile perdersi per i funghi.

perdersi per funghi, controllo mappa territorio

Il suggerimento viene dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco con una dimostrazione pratica di cosa sarebbe bene aver ea portata di mano per concludere al meglio la giornata.

Mentre registriamo l’appello lanciato dal dirigente del Comando, Paolo Ghelardi, altri uomini del comando visionano una carta geografica in scala miliatere per prendere visione dell’ultimo soccorso operato.

Ne parliamo nei notiziari che possono essere seguiti in contemporanea su Mobile con la diretta di Live TV.

In questo caso entrano in funzione le unità cinofile, gli elicotteri, i droni, oltre alle squadre designate per mettere a setaccio il quadrante nel quale cercare il disperso.

comando vvf perdersi per funghiset salvavita per funghi

Perdersi pe ri funghi diverrebbe più difficile se ci si portasse dietro un cellulare tipo smartphone con una batteria di riserva.

Insieme a quello un fischietto con bussola, un razzo segnalatore, coperte termiche, un set di coltellini e naturalmente una borraccia contenente acqua.

Un set che non è di peso eccessivo e sta tutto in una sacchetta che si può portarre normalmente a tracolla.

C’è ovviamente anche l’equipaggiamento per raccoglier ei funghi, cesta compresa e dietro a tutto questo un altro appello che diviene un presupposto obbligatorio per mettersi a caccia di funghi:

Ombra cane unità cinofila

conoscere il mondo dei funghi e saper distinguere tra quelli altamente commestibili, quelli velenosi e quelli in fin dei conti tendenti ad essere tossici o meno appetitosi.

Nello scorrere di questi giorni si sono registrate condizioni meteo ottimali per permettere la nascita copiosa dei funghi.

Rovesci di pioggia ai quali ha fatto seguito il ritorno del sole e condizioni di temperatura ancora primaverili.

Condizioni di umidità e calore che favoriscono la nascita di funghi nel sottobosco.

Una ghiottoneria irrinunciabile ma per soddisfarla non è il caso di perdersi per i funghi da mangiare insieme agli amici.

Condividi questo articolo

Pubblicità