Coronavirus. Il Sindaco dopo il primo caso: “Massima attenzione no psicosi”

LIVORNO - Primo caso di Coronavirus a Livorno avvenuto nella serata di martedì 3 marzo ed ecco che nella mattina di questo mercoledì, il sindaco di Livorno Luca Salvetti con il benestare della Regione Toscana e dell'Azienda Sanitaria locale ha convocato una conferenza stampa (alla quale erano presenti anche il Prefetto Gianfranco Tomao, il comandante dei Vigili Urbani Annalisa Mariton, il capo di gabinetto della Prefettura Ernesta D'Alessio e la vice sindaco Monica Mannucci) per illustrare nel dettaglio la situazione.

Coronavirus

 

L'uomo, 55enne livornese, è ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Livorno in condizioni gravi ma stabili.  In quarantena (precauzionale, asintomatiche) dodici persone (nove del personale sanitario, la moglie e la figlia del livornese colpito da Coronavirus ed il medico curante) che sono state in stretto contatto con l'uomo dal momento che quest'ultimo ha avvertito i primi sintomi:"E' bene ricordare che i soggetti asintomatici non trasmettono il virus - le parole del sindaco Luca Salvetti - lo dicono gli studiosi, per cui non ha senso essere preoccupati se si ha lo stesso medico curante dell'uomo colpito da Coronavirus. Quest'ultimo appena si è sentito male, secondo quanto ha riferito, si è rinchiuso in casa per cui non ci sono stati contatti con ulteriori soggetti oltre ai familiari ed al medico curante".

Il sindaco non ha voluto svelare il nome del livornese che è rimasto contagiato dopo essere stato a Bologna:"Nessuna caccia all'untore, capisco la paura ma mi appello soprattutto a medici ed insegnanti, è fondamentale non trasmettere false informazioni. Serve grande attenzione ed intelligenza. Come sindaco mi attengo rigorosamente alle direttive della Regione e del Ministero".

E' scattata quindi la fase di allerta e proprio questa mattina si è riunito il COC (centro operativo comunale) con le funzioni di sanità ed assistenza, informazione e comunicazione, volontariato, assistenza scolastica e segreteria.

"Ricordo che in caso di sintomi da Coronavirus è fondamentale non andare al Pronto Soccorso", specifica il sindaco. Eppure il 55enne livornese non ha rispettato il protocollo:"Ci saranno le opportune indagini interne per capire quanto è accaduto".

Il sindaco Salvetti farà visita al Pronto Soccorso questo mercoledì pomeriggio per verificare il funzionamento del pre triage.

 

Il servizio nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità