Didattica a distanza, tutto l’alfabeto in tv

La didattica a distanza fa ancora fatica ad affermarsi. Ma in questi giorni di emergenza, con le scuole chiuse almeno fino al 3 aprile, la didattica a distanza diventa proprio una necessità.

Purtroppo non sempre gli studenti riescono a cavarsela come vorrebbero. C’è una questione sociale (non tutti hanno un buon computer e una efficiente connessione) ma ci sono anche tante altre complicazioni. E queste valgono per tutti. Così a volte insegnanti e allievi faticano con app, programmi, siti, velocità della Rete.

La televisione invece è per tutti. E Telegranducato da sabato 14 marzo offre un nuovo esempio di didattica a distanza.

la didattica a distanza per i più piccoli su Telegranducato con le lettere dell'alfabeto

un momento della storia con la lettera C

La maestra racconta le lettere dell'alfabeto

Lo facciamo con la bravura e l’esperienza degli insegnanti del Circolo didattico “Giosuè Carducci” di Livorno e con la traduzione nella ‘lingua dei segni’. Tutto quindi è semplice e inclusivo, a portata di tutti.

Il progetto ha un titolo chiaro: “Raccontiamo l’alfabeto in tv” e propone una letterina al giorno (dalla “A” alla “Z”). La maestra Francesca Di Dio racconta una storia che lei e una collega hanno rielaborato dal libro “A come… a scuola insieme” (edizione Pearson). Non solo: ci sono tanti bei disegni (della stessa maestra). E per rendere tutto ancora più bello e inclusivo ogni storia viene narrata anche con il linguaggio dei segni. Lo fa, benissimo, Anna Graziella Fianchisti dell’associazione Comunico.

la lingua dei segni

Tre appuntamenti ogni giorno

Gli appuntamenti in tv sono tre: alle 9.45 del mattino e poi, dopo i telegiornali del pomeriggio, alle 15.10 e alle 18.45. Una lettera alla volta, naturalmente con tante sorprese che potranno piacere anche ai più grandi.

In fondo questo è un modo moderno e inclusivo di riproporre l’antica arte del racconto.

Didattica a distanza: un passo avanti

Il progetto “Raccontiamo l’alfabeto in tv” è il frutto di una collaborazione fra Telegranducato, Circolo didattico “Giosuè Carducci di Livorno e associazione “Comunico.

Condividi questo articolo

Pubblicità