Disponibile il listino per le pubblicità elettorali REGIONALI 2020

Salvetti, livorno non celebra i suoi 414 anni

Livorno - Livorno non celebra i suoi 414 anni.

"Era il 19 marzo 1606 quando il Granduca Ferdinando arrivò in fortezza vecchia e nella cappella di San Francesco consegnò il Capperuccio a Bernadetto Borromei, primo gonfaloniere togato di una livorno elevata a rango di città"

Lo scrive il sindaco di Livorno Luca Salvetti – in una lettera aperta alla cittadinanza, rammaricandosi di non poter celebrare i 414 anni della città.

Nel ruolo di primo cittadino pensavo di festeggiare questo compleanno in un clima totalmente diverso. Non è plausibile adesso far festa nella nostra città - continua il sindaco -  perchè i livornesi sono giustamente impauriti e preoccupati, non è plausibile perchè questa pandemia avrà effetti pesanti sull'economia mondiale e su quelle di tutte le grandi e piccole città. Non sarà facile perchè siamo stati obbligati a cambiare tutte le nostre abitudini"

Secondo il sindaco il clima che si è venuto a creare a seguito dell’emergenza non permetterebbe i festeggiamenti in quanto il livornesi sono preoccupati. Inoltre - ad aggravare la situazione – anche la spada di damocle del contraccolpo economico che grava su una realtà già in crisi come quella livornese. Per questi importanti motivi livorno non celebra i suoi 414 anni.

"Noi però abbiamo una certezza." – conclude Salvetti – "Livorno in ogni fase complicata e drammatica ha dato il meglio di sé, ha saputo ripartire e trovare nuova compattezza. Sara così anche questa volta."

Per le altre news di cronaca locale seguite i nostri telegiornali sul canale 14

 

Condividi questo articolo

Pubblicità