Ricorre il 76° anniversario della Liberazione di S. Giuliano

SAN GIULIANO TERME - Ricorre il 76° anniversario della Liberazione di S. Giuliano dal nazifascismo. Il Comune di San Giuliano Terme, insieme all'Anpi e ai Teatri della Resistenza, ha organizzato delle iniziative inserite nel settembre sangiulianese.

 

Era stato annunciato nelle scorse settimane che il Settembre Sangiulianese quest’anno sarebbe tornato e sarebbe tornato mettendo al centro le cerimonie in ricordo della Liberazione del territorio dal nazifascismo. E così è stato! Le cerimonie della Liberazione hanno aperto il calendario del “Settembre”.

Questo mercoledì al Parco al Parco del Partigiano "Uliano Martini" lungo la via dei Condotti l’appuntamento era alle 10 per l'inaugurazione del percorso didattico sulla Costituzione.

Dopo gli interventi istituzionali, partenza per i luoghi fondamentali della Resistenza a San Giuliano Terme.

Un programma ricco che si snoda in un insieme di tappe, dalla scuola di Asciano Licia Rosati al giardino Iolanda Pizzoleo (due giovani vittime dei fascisti), dalla visita alle strade intitolate a due partigiani (Paolo Barachini e Piero Capocchi) sempre ad Asciano ad una riflessione a Campo sul cippo in memoria di Barachini e del carabinieri Selmi per poi passare a Ghezzano con l’area dedicata a Mirella Vernizzi (la staffetta partigiana), a Gello con il cippo in ricordo dell’eccidio, a Pontasserchio con la visita al cimitero in memoria di tutti i caduti e concludere infine a Molina di Quosa con il monumento a La Romagna.

 

La giornata del due settembre si chiude alle 21 al Cinemateatro di Pontasserchio con la proiezione di un film su Moro.

Alle varie cerimonie presenti il sindaco di San Giuliano Sergio Di Mario, la vicesindaco, il presidente dell’Anpi Territoriale, il presidente dei Teatri della Resistenza Focardi e rappresentanti delle amministrazioni vicine soprattutto del lungomonte oltre a tanti cittadini che hanno voluto assistere a tutto il programma.

Il Comune di San Giuliano negli ultimi anni ha deciso di dare il suo contributo al ricordo di quelle tragedie per non dimenticare. Ha avviato un lavoro di digitalizzazione di tante testimonianze soprattutto alla luce del fatto che non ci sono più praticamente coloro che hanno partecipato alla Resistenza del territorio. Telegranducato ha messo a disposizione le proprie competenze per questo collaborando alla realizzazione di alcuni video trasmessi sulla nostra tv e anche sui social a vantaggio dei più giovani. Su questa scia delle nuove tecnologie è stato realizzato l’allestimento inaugurato sulla via dei Condotti nel Parco del Partigiano. Inquadrando col telefonino il QR Code qui presente si avvia un racconto con la storia del luogo e del partigiano in evidenza.

 

La nostra emittente ha realizzato un servizio inserito nel nostro tg e visibile on line sulla nostra live tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità