Navigabilità dell’Arno: il Comune di Pisa si candida ad ottenere finanziamenti della Presidenza del Consiglio dei Ministri

PISA - Navigabilità dell’Arno: il Comune di Pisa si candida ad ottenere finanziamenti della Presidenza del Consiglio dei Ministri per attuare il progetto di navigabilità dell’Arno. E’ stato presentato dall’Amministrazione lo scorso 16 settembre con la firma del protocollo tra Comune e associazioni di categoria cittadine, tra cui Unione Industriale Pisana, CNA di Pisa, Confcommercio e Confesercenti, lo scorso 16 settembre.

Navigabilità dell’Arno: il Comune di Pisa si candida ad ottenere finanziamenti della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Navigabilità dell’Arno: il Comune di Pisa si candida ad ottenere finanziamenti della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Il bando è quello relativo a “Italia City Branding 2020” che raccoglierà le proposte progettuali da cui selezionare 20 città pilota con le quali attuare un piano di investimenti.

La proposta elaborata del Comune di Pisa prevede la creazione di una nuova “Via d’Acqua” lungo il tratto del fiume che va dalla foce fino al confine del Comune di Pisa per un percorso di 18,7 km, con implementazione delle infrastrutture dedicate ad apposito turismo. Il progetto prevede la messa in opera di infrastrutture che permettano la navigazione in sicurezza, attraverso il dragaggio della barra di foce, del fiume stesso, il posizionamento di segnaletica sulle sponde, di galleggianti di orientamento per un percorso garantito, e lo sviluppo di un nodo turistico con offerte differenziate.

Più nel dettaglio si tratta di rendere navigabile il fiume partendo dalla foce dell’Arno, dove sono presenti 2.500 posti barca e molte attività commerciali, risalendo il fiume lungo l’area del Parco Regionale di San Rossore Migliarino Massaciuccoli, dove verrebbero posti 6 attracchi con pontili galleggianti come sistema alternativo di accesso al Parco e al circuito pedonale-ciclabile in località Cascine Nuove. A questo fine, si prevede anche di tracciare percorsi naturalistici a terra per escursioni guidate o autonome.
Tratto cittadino dell’Arno. Nel tratto in cui il fiume percorre la città, il progetto prevede di implementare gli approdi esistenti con un nuovo scalo alla Cittadella Vecchia, che permetta l’accesso e la fruibilità al circuito museale-culturale che si affaccia sulle sponde del fiume (Museo delle Antiche Navi, Palazzo Reale, Museo nazionale di San Matteo, Centro SMS, Giardino Scotto, Museo della Grafica), e di raggiungere agevolmente Piazza dei Miracoli. Gli approdi permetterebbero la realizzazione di una vera e propria “promenade fluviale”, con accesso alle numerose attività distribuite lungo il suo percorso e alle attrazioni vicine. Il progetto prevede la creazione di un servizio di barche o battelli che offrano un trasporto fluviale stabile con la possibilità di mini-crociere con circuiti a tema: museali, culturali, naturalistici. Sugli approdi verrebbero inoltre installate 8 colonnine di ricarica e-boat, a sostegno dello sviluppo di una mobilità alternativa ed eco-sostenibile. E’ previsto anche lo sviluppo di attività di rent boat di piccole imbarcazioni elettriche o ibride. Verrebbero infine installate presso gli scali 6 infopoint turistici multimediali attraverso i quali sarà possibile accedere alle informazioni della città.

Sul progetto la nostra emittente ha realizzato un servizio inserito nel nostro telegiornale e visibile on line sulla nostra live tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità