Festa della Toscana, le celebrazioni partono al Santuario di Montenero

LIVORNO - Per la Festa della Toscana edizione 2020 le celebrazioni sono partite con il Presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo al Santuario di Montenero

Il presidente del Consiglio regionale ha reso omaggio alla Madonna delle Grazie. Insieme al vescovo di Livorno, Simone Giusti, l’omaggio alla Madonna delle Grazie protettrice della Toscana, poi la visita alla sala dove sono custoditi tutti gli stemmi dei Comuni toscani.  Poi seduta solenne con il saluto del presidente del Parlamento europeo David Sassoli. Dalle 19, monumenti illuminati in tutta la Toscana

In palazzo del Pegaso, la seduta solenne per la festa della Toscana con il videomessaggio di saluto del presidente del Parlamento europeo, David Sassoli. Seguono gli interventi di Mazzeo, del presidente della Giunta regionale, Eugenio Giani, e la prolusione della scrittrice Elena Favilli.

Alle 19 molti comuni della Toscana, accogliendo l’invito del presidente Mazzeo, illuminano di bianco e di rosso i loro principali monumenti. La staffetta dell’accensione vede Il presidente del Consiglio a Pisa, in piazza dei Miracoli, per l'illuminazione della Torre pendente. Il testimone passa poi al presidente della Giunta a Firenze dove, oltre al palazzo del Pegaso, illuminate anche le Porte d'ingresso alla città. A chiusura Volterra, così da dare una spinta ideale di tutta la Toscana alla corsa che la città sosterrà per la designazione a capitale della cultura italiana 2022.

Un servizio nei nostri Tg di questo lunedì 30 novembre, visibili in diretta anche sulla nostra LIVE TV

Condividi questo articolo

Pubblicità