Tamponi rapidi area AFT2 in C.so Mazzini a Livorno

LIVORNO – Prende il via l’ufficio di verifica dei Tamponi Rapidi per i pazienti che rientrano nell’area di copertura dei Medici di Base della zona che fa riferimento alla Cooperativa Medici della area Attias che comporta un bacino consistente di 28 mila utenze.

Come prescritto sul ruolo MMG e PLS nel percorso Tamponi i 28 medici si sono tra loro concordati per dare via a questo servizio aggiuntivo, del tutto gratuito e da effettuare tramite un accordo di prenotazione che viene coordinato ad intervalli di tempo separati tra loro di una decina di minuti e con possibilità di impiego anche nel corso della domenica in modo che la copertura sia piena per tutti i giorni della settimana.

La Regione Toscana con piena ordinanza ha disposto che le aziende sanitarie definiscano modalità organizzate sul territorio per l’effettuazione di tamponi antigenici rapidi in modo capillare a favore della popolazione residente, in ottemperanza alle indicazioni date dal Ministero della Salute a livello nazionale.

I tamponi antigenici rapidi vengono garantiti agli assistiti dei singoli medici di medicina generale di ciascuna AFT e sono effettuati dalla Medicina Generale e dalla Continuità Assistenziale con modalità organizzative concordate a livello di zona.

I Target dei tamponi consentiti sono i seguenti anche su questo tema i medici chiedono un maggior allargamento del ventaglio di situazioni:

1 Soggetti, contatti stretti di caso Covid, asintomatici, che hanno optato per la quarantena di 10 giorni dall’ultima esposizione al caso positivo, con tampone antigenico rapido al decimo giorno;

2 Soggetti sospetti di aver avuto un contatto, individuato dal medico di medicina generale, con caso COVID positivo, asintomatici, a 10 giorni dal sospetto contatto.

In questo modo si attraversa la fase finale dell’anno, rimanendo la regione in percorso per passare dal colore arancione a quello giallo e attendere l’avvio del nuovo anno e l’avvio dell’acquisizione dei vaccini e loro diffusione in base alla graduatoria di priorità che già in altri notiziari abbiamo avuto modo di riassumere.

Ne parliamo comunque nei nostri servizi che possono essere seguiti su cullelulare e smartphone con la diretta di Live TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità