Investimenti esteri, la Toscana al top

La Toscana ha attratto molti investimenti esteri negli ultimi cinque anni. In totale ci sono state 101 operazioni dirette che hanno generato 7500 posti di lavoro.

Con questi dati la nostra regione è al quarto posto in Italia. Viene dopo la Lombardia, il Lazio e il Veneto ma precede il Piemonte. Non solo: la media delle risorse investite è molto alta (28 milioni) ed è la seconda in tutta Italia. Solo la Lombardia fa meglio (ed è quasi tutto concentrato nella città di Milano).

Ogni investimento crea in media 74 occupati.

I particolari: un terzo delle operazioni riguardano il retail (le vendite al dettaglio). Poi ci sono alberghi e ricettività (16%) e settore manifatturiero (15%). Più del 30% degli investimenti arriva dalla Francia, poi troviamo quelli degli Stati Uniti e del Regno Unito.

Nella Toscana operano 785 società che fanno capo a 573 gruppi. Il 59 per cento fa capo all’Unione europea, il 17 per cento all’America settentrionale e il 9 per cento all’Asia orientale. Se guardiamo ai settori il 29 per cento appartiene al manifatturiero e il 20 per cento al commercio all’ingrosso. Le società a controllo estero producono qui 28 miliardi di euro di fatturato ed impiegano circa 62 mila addetti.

I dati sono stati pubblicati da una banca internazionale di investimenti esteri. Un servizio è nei nostri telegiornali.

Condividi questo articolo

Pubblicità