Pisa vince contro il Brescia 1-0

PISA- Nel Pisa in porta c’è Perilli, in mezzo alla difesa ci sono Meroni e Benedetti mentre è De Vitis il play basso di centrocampo, con Vido a fare il trequartista e Sibilli al fianco di Marconi ; panchina per Varnier e Marsura, tribuna per Gori. Difficile capire come si schiererà il Brescia sul terreno di gioco : potrebbe essere un 3-5-2 con Martella e Spalek larghi sulle corsie laterali e con Ragusa a giocare dietro le spalle dell’unico attaccante Ayè, anche se non è da escludere un 3-4-2-1 con Spalek e Jagiello a supporto di Ayè e con Ragusa largo a destra.

Arbitra il match il signor Amabile di Vicenza. Si gioca in un pomeriggio di sole e non particolarmente freddo ; il terreno di gioco, tirato a lucido per l’occasione, appare essere in ottime condizioni.

Variazioni tattiche sul prato dell’Arena Garibaldi : è Lisi a giocare a destra mentre Belli va a sinistra, dall’altra parte Martella gioca a tutta fascia trasformando la difesa da tre a quattro in fase di non possesso mentre in avanti ci sono Spalek e Jagiello a supporto di Ayè. Ci vuole subito un salvataggio sulla linea di capitan Gucher per impedire che l’ex Martella porti in vantaggio gli ospiti, quindi è prodigioso Perilli a dire di no alla conclusione a botta sicura di Dessena con un intervento da campione.

La risposta dei neroazzurri all’avvio scoppiettante delle Rondinelle è il destro dai sedici metri di Gucher che però non inquadra il bersaglio grosso. Va meglio al secondo tentativo : Belli dalla sinistra disegna un cross perfetto per Vido il cui colpo di testa chiama al miracolo Joronen, sulla ribattuta si avventa Lisi che con un comodo tap-in all’altezza del secondo palo porta in vantaggio i padroni di casa. Che oltretutto insistono alla ricerca dell’immediato raddoppio : è Sibilli che è bravo a scrollarsi di dosso la marcatura di Mangraviti ed a scaricare il sinistro radente sul quale Joronen fa buona guardia.

Insiste il Pisa, contro un avversario che sembra aver davvero accusato il goal subito : Vido fra le linee è praticamente imprendibile per i giocatori ospiti, il suo invito per Marconi è perfetto e la conclusione di prima intenzione del bomber di casa vede il pallone pizzicare la trasversa per poi terminare la propria corsa sul fondo. È poi clamoroso il palo interno che coglie De Vitis con un colpo di testa perfetto sul corner ben calciato da Gucher, con il numero 30 in maglia neroazzurra che poi incredibilmente non riesce a trovare sulla linea di porta il tap-in vincente nonostante un equilibrio davvero precario.

È questa l’ultima emozione di un primo tempo divertente e ben giocato da entrambe le parti : all’intervallo è Pisa 1 Brescia 0.

La ripresa inizia con i neroazzurri che premono alla ricerca del goal del 2 a 0, mister Dionigi vede i suoi uomini in evidente difficoltà e prova a ridisegnare la squadra con una triplice sostituzione che vede entrare in campo pure Donnarumma ; c’è un cambio anche per il Pisa con De Vitis che abbandona il terreno di gioco vittima di un fastidio muscolare e viene sostituito da Marin, con Mazzitelli che si sposta davanti alla difesa.

Ci vuole un miracolo di Joronen per tenere in partita il Brescia : il numero 1 ospite è bravissimo a salvarsi in corner sul sinistro volante di Marconi che era stato perfettamente imbeccato da Sibilli. Mister D’Angelo getta nella mischia Palombi e Birindelli in luogo di Vido e di un Belli vittima anch’egli di qualche guaio di natura muscolare ; per gli ultimi dieci minuti entrano pure Varnier e Siega al posto di Sibilli e Gucher, con i neroazzurri che passano al 3-5-2.

Bravissimo Perilli a pulire la propria area piccola dal tiro cross di Donnarumma deviato fortuitamente da Meroni con un riflesso da gatto, ed è l’ultima situazione degna di nota di una partita che nella ripresa ha visto il Pisa controllare il risultato con relativa calma al cospetto di un Brescia incapace di rendersi pericoloso neanche con un paio di calci di punizione da posizione assai interessante sprecati malamente da Martella. Altri tre punti importanti nella cascina neroazzurra : bene così.

Ne parliamo nei nostri notiziari che possono essere seguiti in contemporanea su cellulare e smartphone con la diretta di live tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità