Controlli e prevenzione sul territorio

Controlli e prevenzione sul territorio a Livorno dove il  personale della Polizia di Stato - Squadra Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e del Reparto Prevenzione Crimine Toscana. In particolare, l’attività si è conclusa con il deferimento in stato di libertà dinnanzi all’A.G. per il reato di ricettazione, a carico di Y.D., filippino, classe ‘78, residente a Livorno e regolarmente soggiornante sul territorio Nazionale; a seguito di perquisizione personale e veicolare, infatti, sono state  rinvenute  19 monete antiche, n.1 piatto in rame, n.1 telefono cellulare, n.1 subwoofer, n.1 stampante, n. 2 speaker, n. 6 batterie ad altissima capacità, n.1 tablet e n.1 cannocchiale di presumibile provenienza illecita, che venivano immediatamente sottoposti a sequestro penale.

 

L’altro straniero controllato, B.A., tunisino, classe ’83, veniva anch’esso sottoposto a perquisizione personale e domiciliare e, alla luce del ritrovamento e del conseguente sequestro penale di sostanza stupefacente (n. 95,44 g di hashish, n. 4,18 g di eroina e n. 1,11 g di cocaina), n. 2 bilancine di precisione, n. 1 telefono cellulare, n. 1 orologio da polso e materiale vario di profumeria, cosmesi ed igiene personale di presumibile provenienza illecita, veniva denunciato in stato di libertà per i delitti di ricettazione e di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, nonché per il reato di inottemperanza all’ordine dell’Autorità di lasciare il territorio nazionale. In relazione allo stato di irregolarità nel soggiorno, lo straniero veniva quindi messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione ai fini dell’esecuzione dell’espulsione dallo Stato, mediante accompagnamento coatto presso un Centro di Permanenza e Rimpatrio.

 

I servizi hanno permesso di identificare 26 persone, 16 mezzi, 4 contravvenzioni e 2 mezzi sono stati fermati e sequestrati.

Condividi questo articolo

Pubblicità