Chiama 113 per far arrestare il padre che picchia la madre 

PISA - Ha salvato la madre dalle violenze del padre ubriaco, prima afferrandolo per le spalle e trascinandolo via e poi chiedendo aiuto alla polizia con una chiamata al 113. Protagonista della vicenda, avvenuta la scorsa notte alla periferia di Pisa, è stato un minorenne originario dell'Europa dell'est che ha chiesto aiuto dopo l'ennesima lite familiare e la condotta violenta del padre, che ha numerosi precedenti di polizia anche per reati in ambito familiare, e che la scorsa notte è stato arrestato e trasferito in carcere. L'uomo, infatti, secondo quanto riferito dalla questura in base al racconto della moglie, sarebbe rientrato a casa ubriaco e avrebbe iniziato a offendere e malmenare la compagna senza apparenti motivi.

Quando la pattuglia è giunta sul posto le grida disperate della donna si udivano fin dalla strada e gli agenti sono riusciti a farsi aprire la porta dell'appartamento, bloccando l'anta quando l'uomo, visti i poliziotti, ha tentato di richiuderla.

Una volta immobilizzato lo straniero, gli agenti hanno interrogato la moglie che tra le lacrime ha riferito che il marito aveva appena tentato di strozzarla e che presentava evidenti ecchimosi al collo. Il trambusto aveva svegliato il ragazzino accorso nella camera dei genitori dove ha afferrato e allontanato il padre temporaneamente prima di chiamare la polizia. L'uomo è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, aggravati dalla presenza di minori e trasferito in carcere, mentre la donna è stata medicata dal personale del 118.

Servizi di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità