San Vincenzo, il sindaco Bandini si dimette

SAN VINCENZO (LI) - Si è dimesso Alessandro Massimo Bandini. L’ormai ex sindaco di San Vincenzo lo ha annunciato tramite una lettera diffusa dal suo avvocato, Alberto Moschini, inviata ai anche alla prefettura di Livorno.

Un atto dovuto ,che arriva dopo l’autosospensione dal partito democratico, in seguito all’inchiesta della procura livornese sugli appalti per la realizzazione di opere edilizie per cui Bandini si trova adesso agli arresti domiciliari con l’accusa di corruzione. Gli indagati, tra imprenditori, funzionari pubblici  e membri della giunta comunale sono in tutto ventitre.

Dimissioni Bandini, la lettera

“Nel prendere atto delle gravi accuse che mi vengono mosse – scrive Bandini - e nel protestare la mia totale innocenza ma soprattutto nel rispetto che devo alla carica istituzionale che ricopro e all’autorità giudiziaria, in cui ripongo la massima fiducia rassegno le mie irrevocabili dimissioni da Sindaco".

"Gli ultimi avvenimenti non hanno potuto che farmi prendere atto - prosegue - dell'assenza delle condizioni personali per continuare a svolgere con serenità il mio compito di sindaco. Le mie dimissioni sono state il frutto di un meditato ed approfondito ragionamento personale e politico". La lettera è stata inviata anche al protocollo del Comune, ai consiglieri comunali, al segretario comunale.

Aggiornamenti anche nei nostri teleggiornali, sempre visibili online sulla Live-Tv di Telegranducato.

 

Condividi questo articolo

Pubblicità