A Livorno il record di vaccinazioni a Pasqua

Al ritmo di 150 vaccinazioni ogni ora, il palasport di Livorno rappresenta ormai il centro più importante in Toscana. A Pasqua e Pasquetta qui sono arrivate 3500 persone e si è andati avanti fino a tarda sera. Tutti si sono prenotati attraverso il portale unico della Regione Toscana, in prevalenza rientrano nella fascia di età tra 70 e 80 anni. I più anziani non vengono qui. Per loro ci sono altre sistemazioni: gli studi dei medici e delle loro associazioni o, a Livorno, il distretto di Salviano. In ogni caso sono i medici a chiamarli a casa.

vaccinazioni al palamodì di Livorno

Organizzazione impeccabile, tutti soddisfatti

Il racconto di chi si è vaccinato, in questo lunedì di festa, è pieno di elogi per l’organizzazione. E in effetti verifichiamo anche che noi che funziona tutto bene. Chi arriva aspetta all’esterno finché non viene chiamato. Accade con molta puntualità, persino con un po’ di anticipo. Dopo la registrazione si entra in uno dei dodici box predisposti sotto le gradinate del grande impianto sportivo, nato per il basket. Alla fine c’è la parte amministrativa e segue un periodo di 15 minuti di osservazione da parte di medici e infermieri. Per ora però non c’è stata nessuna reazione avversa particolare. Oltre ai cinquanta operatori sanitari impegnati ogni giorno collaborano da vicino i volontari delle associazioni.

Vaccinazione, Mazzeo e Salvetti fanno i complimenti

Vaccinazioni record, orgoglio di Mazzeo e Salvetti

Oggi 5 aprile c’è stata la visita del presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo. Lo aveva detto in diretta tv a Telegranducato sabato scorso: la sfida più difficile adesso è avere le dosi, l’organizzazione consente ormai di fare oltre trentamila vaccinazioni al giorno, un milione al mese. Non è una sfida facile, l’agenda per ora si ferma a mercoledì 7 aprile perché le dosi attese non sono ancora arrivate. “Ma arriveranno nelle prossime ore”, assicura Mazzeo, “così come le centomila dosi Pfizer destinate agli over 80”.

Con lui ci sono il sindaco Luca Salvetti e il consigliere regionale Francesco Gazzetti. Esaltano il modello di organizzazione, fanno i complimenti a Cinzia Porrà, che dirige la zona distretto dell’azienda sanitaria. L’impressione è che la macchina dei vaccini ora si sia messa a correre, superando ritardi e difficoltà iniziali. Gli elogi arrivano anche da chi vien da molto lontano: da Firenze, da Arezzo, dall’appennino. Un ampio servizio è nei nostri telegiornali della sera (qui in streaming).

dopo le vaccinazioni il controllo degli effetti

 

Condividi questo articolo

Pubblicità