Il Livorno retrocede in D insieme a Lucchese e Pistoiese

LIVORNO - Retrocede in serie D il Livorno, gli amaranto perdono 2-0 contro la Pro Sesto ed ecco il verdetto: nel girone A niente playout. Vanno giù direttamente Livorno, Lucchese e Pistoiese, di fatto un pezzo della Toscana. Salve Pro Sesto e Giana Erminio. Brutta prestazione del Livorno che gioca per tutti i 90 minuti con la paura addosso contro una Pro Sesto che ha davvero poca qualità. La cosa incredibile è che ad avvio ripresa già perdevano sia la Lucchese (contro il Renate) che la Pistoiese (contro la Giana Erminio). Il Livorno avrebbe potuto benissimo segnare, con un po' più di freddezza per portarsi a casa questi benedetti playout ma alla squadra amaranto è mancata quella grinta ma soprattutto quel coraggio indispensabile in partite come questa. Ed ecco quindi i titoli di coda di questa stagione completamente da buttare; questo deve essere il finale di una società (se così si vuol chiamare) che deve essere assolutamente cambiata. Via tutti, un nuovo inizio, per il bene del Livorno. La retrocessione è figlia di una società allo sbando, di scelte incomprensibili, assurde e poco chiare che tra le altre cose hanno portato alla penalizzazione (il -5 è quello che ha fatto la differenza in questo girone di basso, bassissimo livello). Un via vai di dirigenti che non hanno fatto il bene di questa società, litigi continui tra soci, guerre interne, signori che hanno fatto da direttori di orchestra da dietro le quinte e Spinelli che ha permesso tutto questo. Proprio lui che ha fatto vivere i migliori anni al Livorno Calcio ma che ha lasciato che tutto questo si avverasse. Non poteva concludersi peggio la sua era. Il Livorno in D, una storia, gloriosa, distrutta e finita nel peggiore dei modi. La città, i tifosi, pagano per tutti. Ingiustamente.

Il servizio con gli highlights di Livorno-Pro Sesto nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità