Alfa 75, da decenni abbandonata nei boschi

LIVORNO- Negli anni ‘80 avere un Alfa 75 indicava un livello socio economico elevato perché auto di lusso, rombante, sportiva e in pratica simbolo di lussuoso sprint.

Sono tempi nei quali le auto sono modellate ancora con uno stile geometrico e ora non più di moda.

Alfa 75

L’Alfa 75 fu prodotta nel decennio anni ‘80 fino alle ultime, uscite nel 1993.

Il Gruppo Acchiapparifiuti si è dato appuntamento in cima al Castellaccio, luogo noto per la bellezza paesaggistica luogo spesso meta di Pic Nic e quindi non manca l’ignoranza di chi poi getta via quanto consumato come elemento di disturbo.

C’è di più, sepolta e dimenticata da almeno 20 anni, un Alfa Romeo 75, abbandonata volutamente dal suo ultimo proprietario.

L’Alfa, peraltro non è l’unica auto, volutamente abbandonata nel verde e ne verranno recuperate delle altre.

A dar loro una mano nuovi volontari particolari, l’intera società sportiva Pallacanestro Libertas Livorno dalla prima squadra fino ai piccoli ragazzi, muniti di sacchi e acchiapparifiuti per dare il loro contributo e portare man forte al già consistente gruppo coordinato da Sergio Giovannini il quale, tra emozione ed entusiasmo, si trova a dare il via ad un tesseramento perché il numero degli aderenti ha superato quota 100.

Alfa Romeo 75

La pulizia continua mentre i volontari si sono dati il compito di riuscire a risalire all’antico proprietario della rossa Alfa 75 e capire, se davvero ce ne fosse bisogno, perché abbandonandola.

Poco distante una struttura adibita a luogo per colazioni e pranzi veloci ma qua e là piazzole e spazi godibili da dove la metodica pulizia operata dagli Acchiapparifiuti ha tirato fuori, come al solito, decine e decine di sacchi di immondizia di vario genere, senza dimenticare la consueta scoperta di minidiscariche nelle quali sono stati abbandonati rifiuti ingombranti, insomma quelli noiosi da smaltire sbrigativamente.

Ne parliamo nei nostri notiziari che possono essere seguiti su cellulare e smartphone con la diretta di Live Tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità