Keu in Toscana, fango della vergogna

SANTA CROCE- Inchiesta Keu in corso ma quel che muove la rabbia delle centinaia di persone presenti alla manifestazione è il silenzio.

A più di 40 giorni dall’inizio dell’inchiesta Keu c’è il silenzio assordante della politica locale ed è necessario e importante affrontare certi temi qualsiasi siano le sedi o gli interlocutori a disposizione. La manifestazione indetta nei giardini pubblici di Santa Croce vede u ampia partecipazione che vuole dire basta alla presenza nefanda del keu nascosto in molti luoghi della Toscana.

Keu della vergogna manifestazione a S.Croce

Legambiente, Arci, Anpi, Cgil, Liberi dai Fanghi, Orizzonte Comune, Le Fionde Onlus, Soldi Mozzi, Non una dimeno, Wwf e Acli sono solo alcune delle adesioni.

A loro si aggiungono i gruppi del M5S del comprensorio del cuoio e dell’Empolese Valdelsa, la sezione del Valdarno Inferiore dell’Unione inquilini, Rifondazione comunista e Una città in comune.

Insieme a Libera e alle tante associazioni che insieme alla cittadinanza sono in piazza a chiedere giustizia e trasparenza.

"La partecipazione alla manifestazione di sabato è l’occasione per ribadire la lontananza da certe logiche diffuse anche in Toscana come pare emergere dagli stralci delle intercettazioni e dalle accuse della DDA".

Manifesto protesta Keu

Questo l’attacco di Libera che continua: "L’affermazione di un sistema politico pulito che lavora nell’interesse comune e non di parte, il contrasto alle illegalità e alla mafie, lo sviluppo sostenibile sono infatti da sempre i temi fondanti e c’è l’intenzione di creare un pool unitario che segue e partecipi alla inchiesta Keu, in qualsiasi luogo della Regione spuntasse fuori la sua presenza.

Per quanto riguarda la questione relativa alla SS429 già lo studio dalla documentazione relativa alla realizzazione dell’intera strada, ha fatto emergere aspetti poco chiari che si sono fatti preoccupanti.

Sarà di fatto necessario effettuare una approfondita verifica dell’inquinamento del suolo e delle falde, in particolare perché sia individuata l’entità del territorio coinvolto e di programmare la bonifica dei siti interessati.

Manifestazione S.Croce

Ne parliamo nei nostri servizi che possono essere seguiti in contemporanea anche su cellulare e smartphone la diretta di Live Tv.

A chiudere c’è anche la presenza di cittadini i quali stanno dando vita a comitati di riferimento alle aree nelle quali emergono le presenze di Keu.

Chiediamo un diverso sistema di gestione delle opere e dei servizi pubblici che rimetta al centro la salute e la sicurezza pubblica, l’ambiente, la trasparenza nei processi decisionali e il bene collettivo”.

 

 

Condividi questo articolo

Pubblicità