Verso il permesso a costruire la Moschea

PISA -Verso il permesso a costruire la Moschea. Il comune di Pisa sta lavorando a questo. E' la notizia principale della nuova seduta del Consiglio Comunale di Pisa che si riunisce ancora una volta on line. Sì, pare proprio che l'amministrazione comunale abbia assorbito il colpo e debba cedere alle indicazioni dettate alle autorità competenti cui la comunità islamica si era rivolta.

Verso il permesso a costruire la Moschea

Intanto al centro dei lavori dell'assemblea  cittadina ci sono: la “Variante per opere pubbliche con specifico riferimento al Parco Cisanello, l’area Ex Lottizzazione Paradisa, Sant’Antonio in Qualquonia, il campo sportivo “Abetone”, il parcheggio via di Putignano, i parcheggi lungo via Mazzei e via San Biagio, e, infine, una nuova rotatoria tra via due Arni e via Rook in Barbaricina”.

 

Verso il permesso a costruire la Moschea

La seduta del Consiglio Comunale di questo pomeriggio era stato aperto da una  comunicazione del consigliere Andrea Serfogli (Pd) che chiedeva che venisse intitolato un luogo significativo della città alla scienziata Anna Maria Cicconeche nel 1944, a Pisa, salvò l’Istituto di Fisica dalla razzia tedesca (oggi a palazzo Matteucci, in piazza Torricelli c’è solo una targa che la ricorda) e da una comunicazione del consigliere Francesco Auletta (Diritti in Comune) sulla nomina dell’onorevole Edoardo Ziello a consigliere speciale del Sindaco, che per il sottosegretario di Stato per l'Interno Achille Variati, non è invece compatibile con l'ordinamento degli enti locali.

Verso il permesso a costruire la Moschea

 

Successivamente il Sindaco di Pisa, Michele Conti, nel rispondere ad un question time del conigliere Francesco Auletta (Diritti in Comune), in relazione al mancato rispetto delle norme sulla trasparenza della Navicelli e della Pisamo, ha comunicato che, anche grazie all’intervento del Segretario Generale, entrambe “le società si stanno attivando e in parte si sono già attivate”

L’assessore Raffaele Latrofa ha poi risposto ad un question time del consigliere Gabriele Amore (M5S) sulla rampa di accesso alla spiaggia libera di Marina di Pisa, ed ha comunicato che, domani, inizieranno i lavori e che questi termineranno entro questo stesso mese di Giugno.

Elezioni amministrative

 

Verso il permesso a costruire la Moschea

L’assessore Massimo Dringoli ha poi risposto ad un question time del consigliere Marco Biondi (Pd) sull’aumento, da 30 a 100 euro al mese, per i medici e per gli infermieri, per il parcheggio di Via Cammeo, comunicando che sarà messo a loro disposizione, allo stesso costo del parcheggio di via Cammeo, il parcheggio di Via Andrea Del Sarto adiacente a quello dello stesso di via Cammeo.

Verso il permesso a costruire la Moschea

Il Sindaco di Pisa, Michele Conti, nel rispondere ad un question time del consigliere Riccardo Buscemi (Fi) sulla prossima chiusura dell’Autogrill di Pisanova (Domenica prossima dovrebbe essere l’ultimo giorno), ha comunicato che la situazione purtroppo non è facile in considerazione di un contenzioso con la società proprietaria dell’immobile  e la prospettiva è quella di una distribuzione dei 15 lavoratori presso altre sedi della stessa società Autogrill.

Verso il permesso a costruire la Moschea

L’assessore Massimo Dringoli, nel rispondere ad un interrogazione del  consigliere Marco Biondi ha annunciato la futura realizzazione della ciclo via su Via Bonanno.

I lavori del Consiglio Comunale sono poi proseguiti con la presentazione, da parte dell’assessore Massimo Dringoli, della “Variante  per opere pubbliche e di interesse pubblico” che riguarda, in particolare, il Parco di Cisanello, l’area Ex Lottizzazione Paradisa, Sant’Antonio in Qualquonia, il campo sportivo “Abetone”, il parcheggio via di Putignano,  i parcheggi lungo via Mazzei e via San Biagio, e una nuova rotatoria  tra via due Arni e via Rook in Barbaricina.

Il Consiglio si svolge all’indomani della presentazione del piano infrastrutturale, presentato da Toscana Aeroporti che tanto dibattito ha suscitato in città. Il piano è valido fino al 2035, e parla di oltre 460 milioni di euro di investimenti per i due scali di Pisa e Firenze. Le minoranze di centrosinistra sono contrarie per i numeri degli investimenti, tutti indirizzati sullo scalo del capoluogo regionale e per le modalità che vedono tempi lunghissimi per la realizzazione della pista fiorentina cui sarebbero legati altri interventi. La nostra emittente ha realizzato un servizio ad hoc inserito nel nostro telegiornale visibile sulla nostra live tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità