Gkn licenzia 422 lavoratori. Giani: “un caso nazionale”

CAMPI BISENZIO - Una mail che cala come una mannaia su centinaia di famiglie. La Gkn di Campi Bisenzio, multinazionale che produce componenti delle auto, ha avviato la procedura di licenziamento collettivo per i 422 lavoratori. Lo ha fatto in una giornata in cui lo stabilimento era chiuso, perché mancavano componenti e la produzione si era fermata. Lo ha fatto inviando una mail oppure un messaggio “Whats’app” ai dipendenti. Alla notizia, i lavoratori si sono riuniti davanti ai cancelli dell'azienda, in un presidio permanente, che è andato avanti anche nella notte.

Foto Cgil Firenze

Gkn: le reazioni della politica

Quanto accaduto è inaccettabile e di gravità inaudita”, dichiara il Presidente della Regione Eugenio Giani. “Senza comunicazione preventiva, si mandano a casa più di 400 persone. Ci opporremo con tutte le nostre forze e l’impegno della Regione sarà massimo. Con chiarezza e durezza abbiamo fatto conoscere alla direzione italiana della multinazionale quanto queste modalità e la sostanza di questo intervento siano inaccettabili. Il Governo - conclude Giani - deve intervenire, questo è un caso nazionale."

gkn

 

Per il sindaco di Firenze Dario Nardella "siamo di fronte a un gesto inaudito di tracotanza che svaluta il lavoro e svincola il profitto dalla responsabiità verso i lavoratori che lo hanno creato e fatto crescere. Ripeto, qui, come in altre situazioni, che bisogna mettere un freno con penali durissime, in tutta Europa, verso queste modalità barbare. Intervenga immediatamente il Governo, senza esitazioni e con fermezza. Ci vuole una nuova legislazione che ci consenta di intervenire a livello continentale per fermare questo modo selvaggio di fare economia. Vogliamo chiarimenti subito"

"Stop con gli incentivi a chi delocalizza", così Il Presidente del Consiglio Regionale Antonio Mazzeo, intervenuto in diretta su Telegranducato. Sul tema Mazzeo si è espresso anche nei nostri telegiornali, sempre visibili online.

 

Condividi questo articolo

Pubblicità