La questione femminile in uno speciale in tv

Dai fatti dell'Afghanistan a quelli di casa nostra: la questione femminile torna con forza in primo piano. E spesso rivela la sua drammaticità. Certo, in Afghansitan l'emarginazione da tutti i ruoli che contano è già evidente. Alcune, quelle più esposte, sono fuggite con i ponti aerei organizzati dagli occidentali, ma molte sono rimaste nel Paese. E rischiano ogni giorno la persecuzione e la vita stessa.

Della questione femminiale ci occupiamo grazie ad una pregevole iniziativa dell'associazione Punto d'incontro di Cecina. La sua fondatrice e presidente, Vania Partilora, ha coinvolto numerosi interlocutori.

La questione femminile declinata anche dagli uomini

Fra le tante voci che con grande sensibilità hanno fatto proprie le istanze di queste donne vediamo Luca Salvetti, Sindaco di Livorno, e Francesco Gazzetti, Consigliere regionale della Toscana e presidente . E poi Marco Leone, Direttore del Dipartimento di scenari di quartiere, e Fabrizio Mannari, Direttore Generale della Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci.

Ci sono Giovanni Salvini, Professore di antropologia teologica e Claudio Spinelli, Professore ordinario di chirurgia pediatrica all'Università di Pisa. Quest'ultimo è membro dell'Associazione Pisana Italy Child. Intervengono anche Tiziano Arrigoni, Docente di Italiano e Storia, e Renata Trevisan Pittrice.

Anche l'arte racconta il dramma delle donne

Oltre a Trevisan e Leone, che parleranno nello speciale televisiva, ci saranno diverse artiste che si esibiranno. Alcune leggeranno poesie di donne afghane, una di loro (Elisa Bilancieri) canterà un brano. Le altre, introdotte da Serena Bertini, sono Rita Ribechini, Patrizia Franchi, Gabriella Collaveri, Mariella Pagni.

Lo speciale televisivo è in onda su Telegranducato (anche in streaming) domenica 19 settembre alle 21.30, con numerose repliche nei giorni successivi.

Condividi questo articolo

Pubblicità