Covid, 13.151 nuovi casi in Toscana. Giani:”Numeri stabili”

FIRENZE - Sono 13.151 i nuovi casi di Coronavirus in Toscana di questo giovedì con un’età media di 38 anni circa. Tasso di positività al 16,99%. Nelle ultime ventiquattro ore sono stati eseguiti 77.388 tamponi di cui 24.353 molecolari e 53.035 antigenici rapidi. I ricoverati sono 1.296 (20 in più rispetto a mercoledì), di cui 123 in terapia intensiva (numero stabile). Altri 20 decessi nella regione: 10 uomini e 10 donne con un'età media di 75 anni.

Per quanto riguarda i nuovi casi, 4.258 si sono registrati nella provincia di Firenze, 1.600 in quella di Pisa, 1.205 Lucca, 1.195 Livorno, 1.110 Arezzo, 1.034 nella provincia di Pistoia, 848 Prato, 770 nella provincia di Siena, 603 in quella di Grosseto e 528 nella provincia di Massa.

Nella regione 179.618 persone sono in isolamento a casa.

"Non abbiamo bisogno di 'evitare' l'arancione o il gioco dei colori: noi facciamo correttamente il nostro lavoro e quindi qualsiasi finalità è la finalità della salute pubblica". Lo ha detto Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, commentando la notizia secondo cui le Regioni starebbero preparando una lettera al ministero della Salute e all'Iss per chiedere di considerare casi Covid solo i sintomatici nel conteggio dei positivi ricoverati, cosa che allontanerebbe il rischio di passare dalla zona gialla alla arancione.

"La vaccinazione sta sortendo effetti molto positivi - ha spiegato Giani - e sta contrastando il Covid in modo efficace, quindi coloro che sono asintomatici, e che sono destinati come abbiamo visto negli ultimi 20-25 giorni ad avere leggerissimi sintomi o a non avere sintomi, sono convinto che debbano viverla come un'influenza, senza costruire intorno a loro lo stesso percorso di quarantena che facciamo per coloro che hanno sintomi e devono stare a casa". Il governatore ha osservato che "vediamo ormai da quattro giorni una autentica stabilizzazione e diminuzione: è evidente che quando i numeri sono questi bisogna fare delle scelte diverse".

Servizi di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità