Trovato un bossolo di Tokarev su un Suv vandalizzato

LIVORNO - Stanno procedendo le indagini dei carabinieri di Livorno, senza escludere nessuna pista riguardo al caso dell’arresto dello scorso 24 luglio dell’imprenditore edile albanese che era stato trovato in possesso, durante un pranzo di lavoro in un locale a Stagno, di una pistola di fabbricazione russa marca Tokarev T33 con sette colpi inseriti nel caricatore, pronti all'uso. Adesso i carabinieri, su segnalazione di alcuni cittadini insospettiti, hanno rinvenuto in una zona residenziale di Banditella un Suv che era stato preso di mira da ignoti i quali avevano demolito la carrozzeria a colpi di violente e reiterate bastonate. Sul cofano del grosso fuoristrada è stato trovato un bossolo, compatibile con le munizioni presenti all’interno della pistola Tokarev dell’uomo arrestato.  Allo stato non sono emersi segni sulla carrozzeria tali da far ritenere che il colpo sia stato esploso all’indirizzo dell’auto ma le indagini vanno comunque avanti.

Servizi di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche online.

Condividi questo articolo

Pubblicità