Disagi all’ ospedale, “Il personale è allo stremo”

VERSILIA - Disagi all'ospedale Versilia di Camaiore (Lucca) con "personale allo stremo tra turni di 12 ore e riposi saltati" e "ore di attesa per il pronto soccorso, ambulanze in coda davanti all'ingresso e giorni per avere un letto nelle degenze di medicina" dove "il rapporto tra

infermiere e assistititi è arrivato a uno per 12/14 pazienti".

E' quanto denuncia Paola Costagli, rappresentante Nursind, il sindacato degli infermieri, dell'ospedale della Versilia.

  "Il pronto soccorso è allo stremo - sottolinea in una nota -. Sembra una campo di battaglia pronto ad affrontare tutti i

giorni la stessa guerra. Tutti i reparti hanno turni che sembrano campi minati e le attività territoriali e domiciliari

sono sempre più in affanno. Problemi importanti si registrano anche nelle sale operatorie e nel day-surgery dove gli

interventi chirurgici di elezione registrano un costante ritardo nella programmazione e sono in crisi anche i settori che si

occupano della prevenzione, con appuntamenti al Cup che hanno tempi lunghissimi". Per Costagli in alcuni reparti "la

situazione è così pesante che molti di coloro che vi lavorano pensano di chiedere il trasferimento. Addirittura c'è che pensa

al licenziamento. Molti lo hanno già fatto".  Chiediamo un cambio di tendenza, che parta dal

significato che vogliamo dare al concetto di sanità pubblica e arrivi alla giusta considerazione dei professionisti sanitari

che tutti i giorni si impegnano a fornire cure e assistenza. I vertici politici e la direzione dell'Azienda si mantengono

ciechi e sordi alle richieste di aiuto e di nuove risorse da parte dei professionisti sanitari addetti all'assistenza. Così

non si può andare avanti".

Condividi questo articolo

Pubblicità