Tradito dal cellulare, arrestato dalla polizia

FIRENZE- Tradito dal cellulare un ladro finisce in manette dopo aver tentato un furto ai danni di una signora a Firenze. Scappa senza refurtiva, viene inseguito da un cameriere ma fa perdere le tracce, poi torna indietro perché nella concitazione ha dimenticato nel locale il cellulare e le sigarette, così la polizia ha denunciato un algerino di 20 anni. E' successo venerdì sera, in un ristorante in lungarno Acciaioli. Sono stati i camerieri ad accorgersi che un giovane stava prendendo la borsa di una cliente, sfilandola dalla sua sedia e mettendola in un capiente sacchetto da shopping, e così hanno dato l'allarme. Il borseggio non è riuscito, la refurtiva è rimasta sul posto. Ma, ricostruisce la polizia, il ladro è scappato e un cameriere lo ha inseguito fino a via Tornabuoni dove lo ha perso di vista. Intanto una pattuglia è andata nel ristorante dove ha iniziato le indagini, raccogliendo le prime testimonianze e visionando le immagini delle telecamere. Ma poco più tardi il ladro si è ripresentato sul posto. Motivo? Aveva abbandonato non solo la refurtiva ma anche il suo telefono cellulare e un pacchetto di sigarette, custoditi nello stesso sacchetto. I presenti lo hanno riconosciuto ed indicato agli agenti che hanno attivato un fermo per l'identificazione e lo hanno denunciato per tentato furto.

Condividi questo articolo

Pubblicità