Inflazione alle stelle: abolite le vacanze

L'inflazione corrode il salario, si registrano dati da record con Firenze in cima alla classifica.
La vita post pandemia è decisamente più cara. Nell'indice generale italiano (+7.9%) in scia la regione Toscana che in luglio subisce un'impennata del +8%.
Gli utenti se ne accorgono semplicemente facendo la spesa o pagando le bollette. L'incremento è del 60%.
Scende invece il potere d'acquisto delle famiglie.


Tutto questo ha un effetto a cascata anche sul settore ricreativo e culturale, e in estate in particolar modo sul turismo.
Principale causa è l'esplosione del costo dell materie prime, influenzato anche dai recenti conflitti europei.
A queste preoccupazioni si aggiungono quelle per l'emergenza climatica e la conseguente siccità.

Le richieste al Governo arrivano da Confcommercio e Confesercenti, per interventi mirati di sotegno alle imprese. La richiesta di auto è rivolta anche alla Regione.
Tra le strategie adottate dai consumatori ci sono la rateizzazione delle bollette, la ricerca delle offerte al supermercato all’abolizione delle vacanze.

Approfondimenti nei nostri tg

Condividi questo articolo

Pubblicità