Come sarà il rientro in classe?

ROMA - Di certo c'è la data del rientro in classe. In Toscana la prima campanella del nuovo anno scolastico suonerà il 15 settembre ma oltre ai libri negli zaini degli studenti   ci saranno le regole da rispettare per il contenimento della diffusione del covid

Le indicazioni contenute nelle linee guida per la riapertura degli istituti del primo e del secondo ciclo, prevedono, niente più obbligo di mascherine, ma Ffp2 solo per i fragili (personale e studenti) che rischiano la malattia grave e poi igiene e sanificazioni e ricambi d’aria frequenti. Mascherine nello zaino solo in caso di aumento del rischio

In caso di aumento del rischio per una nuova crescita dei casi  le regole fluttueranno tornando al distanziamento di almeno 1 metro (ove le condizioni logistiche e strutturali lo consentano); aumento della frequenza di sanificazione periodica; gestione di attività extracurriculari, mascherine chirurgiche, o Ffp2, sia da fermi che in movimento (da modulare nei diversi contesti e fasi della presenza scolastica); somministrazione dei pasti nelle mense con turnazione; consumo delle merende al banco.

Per i piccoli che frequentano la scuola d’infanzia l’impiego delle mascherine per i bambini sotto i 5 anni, non è mai stato previsto in passato e non lo sarà neppure in caso di crescita della curva dei contagi.Le misure di prevenzione di base prevedono l’utilizzo di mascherine (FFP2) per personale a rischio di sviluppare forme severe di COVID-19 e permanenza a scuola consentita solo senza sintomi/febbre e senza test diagnostico per la ricerca di SARS-CoV-2 positivo. Previste anche: igiene delle mani, sanificazione con uno o più casi confermati; ricambi d’aria frequenti.

 

 

Condividi questo articolo

Pubblicità