Con l’arrivo della pioggia, scatta la corsa ai porcini

LIVORNO - Con l'arrivo della pioggia scatta la corsa a porcini, finferli, trombette, chiodini nei boschi italiani dove le ultime precipitazioni hanno creato le condizioni favorevoli alla crescita dei funghi,  con le raccolte che in alcuni casi arrivano ad aumentare di un +50% rispetto l'anno scorso. E' quanto emerge dal monitoraggio di Coldiretti sull'inizio delle attività di ricerca lungo la Penisola. Un'opportunità anche per gli 8,8 milioni di italiani che secondo la Coldiretti hanno scelto di trascorrere almeno parte delle vacanze a settembre. Ecco un decalogo di Coldiretti per il 'cacciatore di funghi': documentarsi sull'itinerario; comunicare a qualcuno il proprio tragitto evitando le escursioni in solitaria; attenzione ai sentieri nel bosco che possono diventare scivolosi; consultare i bollettini meteo; in caso di rischio fulmini non fermarsi vicino ad alberi, pietre e oggetti acuminati; usare scarpe e vestiti adatti con scorte di acqua e cibo; non raccogliere funghi sconosciuti; verificare i limiti alla raccolta di funghi con i servizi micologici; per il trasporto meglio usare contenitori rigidi e areati.

Condividi questo articolo

Pubblicità