Lavoratori portuali incatenati davanti a palazzo Rosciano

LIVORNO - Adesione pressoché totale allo sciopero di 48 ore dei lavoratori del porto di Livorno, che si protrarrà fino alla mezzanotte , con diversi presidi ai vari varchi portuali. "Umore altissimo tra i lavoratori - ha sottolineato Giuseppe Gucciardo, segretario Filt-Cgil di Livorno -, adesione totale e porto paralizzato. Le motivazioni dello sciopero sono sentite e non faranno cedere il passo a nessuno. Si va avanti dunque con i lavoratori che stanno dimostrando dignità e rispetto per loro stessi in questo momento di difficoltà".

Nella mattina di questo giovedì la manifestazione in piazza del Luogo Pio, poi i lavoratori si sono riuniti davanti a palazzo Rosciano e come atto simbolico si sono incatenati davanti alla sede dell'Autorità di sistema portuale . "La ricchezza del porto è la ricchezza della città. Il porto è la prima azienda di Livorno ed è per questo che siamo convinti di difendere l'economia e il lavoro di una città che in questa fase non sta certo brillando - dicono i sindacati". Le organizzazioni di categoria degli armatori martedì sera hanno fatto sapere con una nota che accetteranno il confronto con i lavoratori solo se recederanno da ogni forma di agitazione sindacale.

Condividi questo articolo

Pubblicità