Rischio idraulico, oltre 3 milioni per l’area livornese

FIRENZE - Il punto sugli interventi di mitigazione del rischio idraulico nell’area livornese. A farlo l’assessora all’ambiente e difesa del suolo Monia Monni che ha fatto un sopralluogo in tutti i cantieri avviati in località Stagno, fra le aree più colpite dagli eventi alluvionali di questi anni.

 

Fra le opere in via di realizzazione  le casse di espansione in via di Suese e via Aiaccia/via Toscana sul fosso Cateratto e, sempre sul Cateratto l’impianto idrovoro con scarico sul torrente Ugione c/o via Aurelia, mentre nella zona di Vicarello - Mortaiolo gli interventi sull’Antifosso di Fattoria e Scolo del Perino.

L'equilibrio idrogeologico è delicato, ha detto l'assessore ma  grazie alla preziosa collaborazione col Consorzio vedo che gli interventi in corso sul fosso Cateratto sono in via di ultimazione. Abbiamo realizzato due casse di espansione per un importo di 600 mila euro per ridurre il rischio idraulico e, sempre per la messa in sicurezza delle aree urbane di Stagno, stiamo intervenendo con l'ampliamento ed il potenziamento dell’impianto idrovoro esistente che scarica sull’Ugione - vero elemento di fragilità del territorio - per 2 milioni e mezzo di euro. Il nostro impegno non si ferma, la delicatezza del territorio richiede un’attenzione continua, risorse che consentano interventi duraturi per una messa in sicurezza significativa”.

 

Condividi questo articolo

Pubblicità