Presidio Cgil di fronte all’ufficio scolastico

LIVORNO - Un presidio per denunciare le difficoltà in cui si trovano le persone che fino al 2020 hanno lavorato nel mondo degli appalti dei servizi di pulizia, ausiliariato e decoro nelle scuole statali e che ormai da due anni si trovano senza lavoro. E' quanto ha allestito stamani la Filcams-Cgil a Livorno, davanti all'Ufficio scolastico provinciale di via Galilei 40.

I bandi del 2020 e del 2021 per l'internalizzazione del personale “ex Lsu e appalti storici” sono riusciti a riassorbire solo parte del personale che fino a due anni fa lavorava in appalto in questo settore. In tutta Italia c'è un numero importante di persone che non è ancora riuscito ad ottenere l'internalizzazione: tutto ciò è inaccettabile, stiamo infatti parlando di lavoratori e lavoratrici che per anni hanno svolto questa mansione con passione e professionalità.

Per quanto riguarda la provincia di Livorno sono 11 le persone rimaste senza dal lavoro (si tratta nello specifico delle ex lavoratrici dell'azienda Dussmann).

La selezione lanciata nel 2021 non prevedeva purtroppo posti disponibili nella provincia livornese e pertanto le 11 persone in questione non hanno potuto presentare alcuna domanda: il bando prevedeva infatti che ci si potesse candidare soltanto nella propria provincia di residenza.

L'auspicio è che gli enti preposti allestiscano al più presto una nuova selezione che consenta alle persone rimaste senza lavoro di potersi candidare anche in province diverse da quelle di residenza. Servono risposte chiare e tempi stretti: è quantomai urgente fornire una risposta a tutte queste persone rimaste senza lavoro.

Per martedì 18 ottobre alle ore 10 siamo riusciti ad ottenere un incontro con il provveditore Andrea Simonetti per illustrargli la criticità della situazione. In concomitanza con l'incontro sarà allestito un nuovo presidio.

Condividi questo articolo

Pubblicità