Ruba cellulari al palazzetto durante allenamenti

LIVORNO - Ieri sera è giunta segnalazione dal palazzetto di Livorno di via Allende per l’avvenuto furto ai danni dei componenti della squadra di basket che si allena in loco. E' stato  riferito che sono stati asportati dei cellulari, dei portafogli, denaro in contanti e carte bancomat dagli spogliatoi. Al momento, un cellulare, viene localizzato in questa via del Corallo, il richiedente e le volanti si portano in loco. Sul posto, il telefono, veniva geo localizzato all’altezza del civico 9, residenza di un noto pluripregiudicato per reati contro il patrimonio italiano del 2003. Mentre le Volanti si trovavano davanti al suddetto civico, l’uomo in questione usciva dalla sua abitazione  ed alla vista delle volanti   si dava a precipitosa fuga facendo perdere le proprie tracce.

 Gli operatori procedevano alla perquisizione dell’ abitazione ove lo stesso abita unitamente alla madre e nella sua stanza  da letto venivano rinvenuti 5 cellulari asportati, appunto, presso il palazzetto di via Allende.  

Successivamente, in questi uffici, 4 dei 5 cellulari venivano restituiti agli aventi diritto. Le parti riferivano che nella mattinata di oggi si sarebbero portate presso questi uffici per sporgere denuncia/querela per i fatti occorsi.

Sempre gli uomini delle volanti sono intervenuti presso il bar “TRAMEZZINO su viale Carducci, per la segnalazione di un soggetto all’interno che dava in escandescenza. Sul posto si riscontrava appunto la presenza di un soggetto che dava in escandescenza senza plausibile motivo. L’uomo , italiano, all’interno del bar danneggiava l’arredo, altresì lanciava un apribottiglie in suo possesso all’indirizzo del dipendente. Inoltre inizialmente  si rifiutava di seguire gli operatori presso questi uffici per essere sottoposto ai rilievi fotodattiloscopici oltraggiandoli in presenza degli avventori dell’attività ma comunque  veniva accompagnato presso questi uffici e sottoposto ai rilievi fotodattiloscopici poiché sprovvisto di documenti,  per successivamente deferito in stato di libertà per i reati di danneggiamento, resistenza e oltraggio a P. U. e art. 4 L. 152/75, altresì sanzionato amministrativamente ex art. 688 c.p..  

Condividi questo articolo

Pubblicità