MareDiVino, torna il buongusto

LIVORNO- XI edizione di MareDiVino, la grande vetrina dei vini del territorio labronico e della Costa degli Etruschi. Accanto a questi la presentazione dei prodotti gastronomici di agricoltori e allevatori che condividano la filosofia di Slow Food: buono, pulito e giusto.

MareDiVino 1

Nato 13 anni fa, da una idea di alcuni sommelier della delegazione FISAR di Livorno, la manifestazione è cresciuta negli anni, arrivando ad ottenere il sostegno della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno e della Regione Toscana perché divenuto uno dei più importanti eventi del settore eno-gastronomico toscano.

In passato, cioè nel 2019, prima della pausa forzata, la X edizione registrò 12 mila visitatori, 150 vini proposti da 70 produttori.

MareDiVino 2

Dalla Val di Cornia a Bolgheri passando per Montescudaio, Rparbella, le zone del Terratico di Bibbona, le isole dell’Arcipelago, Nel grande spazio del Terminal Crociere sono presenti Slow Food, Slow Beer, i vignaioli FIVI, la Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti, i produttori di olio, le aziende di gastronomia, gli chef che partecipano alla settimana del gusto.

Si perché MareDiVino ha una discreta anteprima di eventi d’attesa iniziati dal mese di ottobre con la presentazione delle aziende in loco dove nascono e vengono preparati i loro prodotti. Da qui si passa alla settimana del gusto, viaggio tra i talenti emergenti nel panorama della ristorazione toscana.

A MareDiVino c’è anche il brand di Vetrina Toscana, prova concreta che la Toscana, oltre che bella è anche buona perché il cibo è espressione di paesaggio, di storia, di stili di vita e di cultura e le produzioni locali di eccellenza arrivano a quota 600 tra 464 PAT, 41 DOC, 16 DOP, 15 IGP, 11 DOCG, 6 IGT giusto per uno sbrigativo dettaglio.

MareDiVino 3MareDiVino 4

I prodotti tipici proposti dai presidi Slow Food di MareDiVino sono una dimostrazione della grande diversità presente in un territorio, quello della costa, lungo ma sottile: dai formaggi alle confetture, dal miele agli insaccati passando per il cioccolato e proseguendo con i prodotti da forno e i liquori. Ci sono in crescendo anche i birrifici artigianali, molti quest’anno sotto le insegne di Slow Beer. Quest’anno anche massima attenzione alla produzione dell’Olio perché C’è Olio e Olio si mette in relazione alle vicende dei mutamenti climatici che viaggiano paralleli alle coltivazioni intensive, ricordano che l’olio non è un condimento ma un ingrediente e fa la differenza.

Infine altro particolare di MareDiVino è il fatto che si possa parlare direttamente con gli stessi produttori del vino proposto perché il vino, prima di assaggiarlo, è sempre bene ascolatarlo.

Condividi questo articolo

Pubblicità