Tenta di estorcere 150mila euro in bitcoin ad azienda vinicola, arrestato

LIVORNO - I carabinieri del nucleo investigativo di Livorno hanno arrestato un 47enen di Trieste a cui viene contestato il reato di tentata estorsione ai danni di una nota azienda vinicola nella provincia di Livorno. La vicende nasce alla fine del marzo scorso quando i vertici dell'azienda ricevono mail criptate  di versare 150mila euro in bitcoin nel giro di pochi giorni per non vedere andare in fumo i vigneti di Bolgheri. L'azienda non ha ceduto al ricatto ma si è rivolta ai carabinieri. Grazie alle indagini ed allo scambio di informazioni tramite Europol a livello europeo e tra procure italiane è stato possibile stringere il cerchio attorno al 47enne già con precedenti penali simili. Con l'occasione le forze dell'ordine per sensibilizzare sull'importanza di denunciare richieste estorsiva tutti gli uffici dislocati sul territorio.

Condividi questo articolo

Pubblicità