La piena dell’Arno è passata senza fare danni

PISA - E' passata intorno alle 6 senza danni da Pisa l'ondata di piena dell'Arno attesa da venerdi. Il fiume ha raggiunto quasi l'altezza del camminamento sotto le spallette dei lungarni del centro, prima di abbassarsi progressivamente nelle ore successive.

In tarda serata ieri era stato aperto nel Pisano lo scolmatore d'Arno per abbassarne la portata che a Pontedera aveva raggiunto i 1686 metri cubi al secondo; a Pisa aveva superato i 1350 metri cubi al secondo superando il primo livello di guardia, raggiungendo i 3,7 metri con una portata di 1350 metri cubi al secondo. A Firenze l'Arno è intanto tornato sotto il primo livello di guardia, fissato a 3 metri, che era stato superato ieri: all'idrometro Uffizi 2 attualmente misura 2,48 metri. La Regione Toscana aveva comunicato l'apertura dello Scolmatore a partire dalle 21.00 circa di ieri sera per facilitare il defluire delle acque dall'Arno che a causa delle fortissime piogge ha raggiunto livelli preoccupanti.  La Protezione Civile del Comune, aveva informato direttamente circoli nautici e associazioni, nonchè gli imprenditori che hanno aziende e cantieri in zona Calambrone, nei pressi dello scolmatore d'Arno, raccomandandosi di prestare la massima cautela in prossimità del canale e degli attraversamenti.

Arno sorvegliato speciale in Toscana

E'  stata attivata la Polizia Municipale e sono stati inviati dei banditori per informare direttamente chi vive o opera nella zona interessata. Attivato inoltre il volontariato (SVS e Cisom) per dare supporto a chi ha le barche nei corsi d'acqua interessati e fare monitoraggio diretto.

 

Condividi questo articolo

Pubblicità