La Chanukkà per Monica Cuzzocrea

Livorno- Chanukkà, in ebraico significa “inaugurazione”. La festività ebraica si rifà alla guerra che in Giudea portò gli Asmonei a vincere Antigono di Siria e a restituire la libertà al Tempio di Gerusalemme e al culto di Dio. Venne ripristinata la religione Israelitica e il tempio fu purificato con una cerimonia che durò 8 giorni.

Chanukkà 1

In questo caso si verificò un miracolo perché l’ampolla dell’olio sacro non sarebbe stata sufficiente per la durata di otto giorni ma ecco che nonostante la sua scarsità, l’olio non accennò a terminare consentendo che la festività fosse svolta senza alcuna pena.

L’associazione ebraica Benè Berith Isidoro Khan, sezione toscana della più antica associazione ebraica internazionale, ogni anno conferisce un riconoscimento ad una persona di merito in occasione della festa del Chanukkà e per l’anno 5783, calendario ebraico, ha scelto Anita Leonetti Cuzzocrea, vera e propria colonna fondante del dialogo interreligioso e che da anni si prodiga in molte iniziative sulla memoria in parallelo all’intensa attività scolastica per la divulgazione di una corretta conoscenza dell’ebraismo.

Condividi questo articolo

Pubblicità